fbpx
come dimagrire dopo i 40 anni

Come dimagrire bene dopo i 40 anni e senza stress

Consigli utili su come dimagrire dopo i 40 anni senza perdere le speranze

Le strategie collaudate a 20 o 30 anni per perdere peso non funzionano più? Anche mangiando meno e aumentando l’esercizio fisico, in età più avanzata, può capitare di non riuscire a smaltire qualche chilo di troppo con facilità.

Non bisogna però perdere le speranze! Ecco, quindi, come dimagrire dopo i 40 anni senza diete drastiche o privazioni eccessive che, al contrario, rischierebbero di minare la salute psicofisica dell’organismo.

Perché dopo i 40 anni è più difficile perdere peso?

Più o meno per tutte le donne il traguardo dei 40 anni è cruciale. Infatti, superata una certa età, il corpo subisce delle modificazioni a livello fisico, ormonale e metabolico e con esso cambiano anche le esigenze nutrizionali.

A incidere sul controllo del peso sono, infatti, diversi fattori, come lo stile di vita, le abitudini alimentari e il modo in cui il corpo immagazzina i grassi.

Nello specifico, si entra nella fase di perimenopausa che determina un abbassamento dei livelli di estrogeni, gli ormoni femminili, e del testosterone, un ormone maschile presente anche nella donna: ciò comporta la riduzione della massa magra ( muscoli e ossa) e, di conseguenza, l’aumento di quella grassa.

La diminuzione della massa muscolare, a sua volta, causa un rallentamento del metabolismo (del 5% ogni 10 anni a partire dai 40), e questo fa sì che la quantità di calorie “bruciate” diminuisca, rendendo più facile ingrassare o più difficile dimagrire anche quando si segue una dieta ipocalorica. Le variazioni ormonali, inoltre, tendono a far accumulare il grasso su pancia, fianchi e glutei.

Con l’avanzare dell’età, poi, è anche possibileche si conduca una vita più sedentaria, con tutto ciò che ne consegue. Per tutte queste ragioni, anche se ovviamente conta molto ciò che si mangia, spesso non basta solo ridurre le calorie per dimagrire dopo i 40 anni!

Come dimagrire dopo i 40 anni: 3 consigli utili

Se ti senti gonfia e appesantita, ma proprio non riesci a buttare via quei chili di troppo che ti fanno sentire a disagio, allora forse ti starai chiedendo come dimagrire velocemente dopo i 40 anni.

Sono essenzialmente tre le strategie di base per dare una scossa al metabolismo, perdere peso e mantenerlo:

  1. Assumere più proteine magre. In ogni pasto è importante consumare un alimento proteico. Le proteine magre, infatti, nutrono, tonificano e aumentano la muscolatura. Sono particolarmente importanti, in particolare, le proteine sirtuine, che hanno la capacità di regolare una grande quantità di processi legati al metabolismo, stimolandolo.
  2. Abbinare bene i cibi. È sempre una strategia vincente, in ogni tipo di percorso dimagrante e ancor di più dopo i quarant’anni. Inoltre, è utile anche per la prevenzione del diabete e della formazione di grasso addominale. Un esempio? Abbina sempre ai carboidrati proteine e verdure, ma anche cibi fonti di grassi buoni.
  3. Fare attività fisica. Basta anche solo una camminata a passo svelto di 30 minuti al giorno. L’attività fisica migliora l’umore, riduce lo stress, aiuta a riattivare il metabolismo e a bruciare più energia, evitando che si trasformi in grasso. 

Come attivare le nostre proteine sirtuine organiche?

Per ottenere questo risultato dobbiamo aumentare l’apporto di quelli che vengono definiti, appunto, cibi Sirt, in quanto ricchi di flavonoidi e altre molecole in grado di attivare il nostro metabolismo delle sirtuine. I cibi Sirt sono circa una ventina e favoriscono, quindi, un dimagrimento rapido e l’incremento della massa muscolare.

In altre parole, seguire la Dieta Sirt è consigliabile perché si basa proprio su questi alimenti che riproducono l’effetto della restrizione calorica e dell’attività fisica, simulando anche il digiuno, grazie alla loro spiccata proprietà enzimatica.

Scopri allora nello specifico come funziona la dieta Sirt contattando uno dei nostri consulenti esperti e acquista tutti i prodotti necessari per integrare i cibi Sirt nel tuo piano alimentare: sul nostro shop online trovi il succo Sirt fitoterapico, un succo verde di elementi vegetali in grado di attivare le sirtuine, ma anche il tris di proteine o i kit completi come il pacchetto brucia grassi, che comprende anche Drenarit, utile per contrastare la ritenzione idrica ed eliminare i liquidi in eccesso.

Ora che sai come dimagrire dopo i 40 anni, non perdere altro tempo prezioso: contattaci.

Leggi di più...
come riattivare il metabolismo

Come riattivare il metabolismo in modo sano e veloce

Salute e benessere: come riattivare il metabolismo e tornare in forma

Tutti sognano di averlo più veloce ed efficiente, ma in pochi sanno cos’è esattamente e come funziona: stiamo parlando del metabolismo.

Sebbene, soprattutto a una certa età e quando si ha qualche chilo di troppo, il metabolismo lento può rappresentare un problema, non bisogna rassegnarsi perché non è mai troppo tardi per capire come riattivare il metabolismo in modo sano e tornare in forma velocemente. Ecco qualche consiglio utile!

Cos’è e come funziona il metabolismo?

Il metabolismo è l’insieme dei processi biochimici che trasformano ciò che mangiamo in energia. A seconda delle richieste dell’organismo, infatti, il nostro corpo riceve, immagazzina e utilizza una certa serie di nutrienti. 

Gli elementi che concorrono sono, in primis, il consumo energetico e l’introduzione del cibo, insieme ad altri fattori come la genetica, l’attività fisica, l’età, lo stile di vita e l’attuale forma fisica. È importante che il metabolismo sia veloce perché tende a trasformare e bruciare più rapidamente il cibo che mangiamo, a differenza di un metabolismo “lento” che lo farà con più tempo.

In particolare, è utile conoscere il proprio metabolismo basale, ovvero l’insieme di reazioni che soddisfano il fabbisogno calorico necessario al mantenimento delle nostre funzioni vitali in condizioni base, ovvero quando siamo completamente a riposo, con neutralità termica e a digiuno da almeno 12 ore.

Aumentando l’attività, da questo stato di base, aumentano anche le necessità del nostro organismo e consumiamo più facilmente quello che ingeriamo. Quindi, è facile intuire che per mettersi in forma bisogna seguire una dieta equilibrata e accelerare il metabolismo, incrementando il dispendio energetico.

Come riattivare il metabolismo in 5 mosse

Ci sono delle strategie semplici per dare una scossa al metabolismo. Si tratta di piccole regole di buon senso che aiutano il nostro organismo a riprendere il ritmo e a utilizzare, con la giusta velocità, tutta l’energia fornita dagli alimenti che ingeriamo. 

Ecco qualche consiglio prezioso su come riattivare il metabolismo:

1.Fare esercizio fisico

Senza dubbio è il modo più efficace  perché incrementare la massa magra aiuta a stimolare il metabolismo. I muscoli, infatti, sono organi che consumano più energia rispetto alla massa grassa, avendo la necessità di rinnovarsi costantemente. Ogni kg di muscolo aumenta il metabolismo di quasi l’1,5%.

Oltre a fare attività fisica costante, se svolgi un lavoro che ti costringe a stare seduto per molte ore, fai una pausa ogni ora per una breve passeggiata o fai qualche semplice esercizio per la parte inferiore o superiore del corpo.

2. Ridurre lo stress

Lo stress è uno dei peggiori nemici del metabolismo. Quando un corpo è sottoposto a un pericolo, fisico o psicologico, si innesca una risposta rapida atta a proteggere l’organismo. I muscoli tendono a non crescere perché il corpo è impegnato a rispondere agli stimoli e non si occupa della rigenerazione delle fibre muscolari, quindi questi tessuti non potranno metabolizzare le riserve energetiche: si avvia così un circolo vizioso, nel quale la massa magra non aumenta e quindi non si riesce ad attivare il metabolismo.

Combatti lo stress con sedute di meditazione, pause rilassanti, hobby che ami, quattro chiacchiere con gli amici e tutto ciò che ti fa stare bene.

3. Bere molto

Il corpo ha bisogno di mantenersi idratato durante tutto l’arco della giornata: assumi almeno due litri di acqua al giorno, la quantità di liquidi necessaria a svolgere molteplici funzioni fondamentali per il nostro corpo, come fornire l’acqua necessaria alla vita delle cellule, termoregolare il nostro corpo, reintegrare i liquidi che espelliamo con le urine, normalizzare l’attività intestinale ed espellere tossine.

Vanno benissimo, anzi, sono consigliati infusi a freddo di vegetali ed erbe aromatiche per rendere una buona dose d’acqua più appetibile e funzionale per il metabolismo.

4. Fare pasti equilibrati

Tutti i nutrienti, carboidrati, proteine e grassi, nelle giuste dosi, insieme ad abbondante frutta e verdura, sono importanti  per apportare benefici alla tua forma fisica, oltre che influire positivamente sul tuo umore.

5. Aumentare l’apporto di cibi Sirt

Sono circa una ventina e vengono così chiamati perché riescono ad attivare le proteine sirtuine e hanno la capacità di regolare una grande quantità di processi legati al metabolismo, stimolandolo.

Proprio per questo, i cosiddetti  Sirt food sono alla base della famosa dieta Sirt, che aiuta a bruciare più velocemente le calorie assunte, favorendo un dimagrimento rapido e l’incremento della massa muscolare, grazie all’accelerazione del metabolismo indotta dalle sirtuine.

Come seguire la Dieta Sirt per attivare il metabolismo?

La Dieta Sirt prevede l’assunzione di cibi prevalentemente vegetali, ricchi di antiossidanti, che vanno consumati quotidianamente, alternandoli durante la settimana, e abbinandoli a fonti proteiche, come il pesce, la soia o le uova. 

Per dimagrire con la dieta Sirt, anche chiamata la “Dieta del gene magro” dai suoi due ideatori, puoi avvalerti dei prodotti di Dr. Ritelì, disponibili sul nostro shop online.

Tra questi il fondamentale succo Sirt fitoterapico, un concentrato dei più potenti cibi Sirt (cavolo riccio, prezzemolo, sedano verde, mela verde, succo di limone, tè verde matcha e zenzero) che consentono di attivare il metabolismo attraverso le sirtuine.

Inoltre, puoi acquistare shake in diversi gusti, integratori drenanti e anche tanti pacchetti di prodotti specifici pensati per ogni esigenza.

Contattaci per ricevere maggiori informazioni: il nostro team vanta una profonda conoscenza delle piante officinali e dell’arte galenica a servizio del benessere. 

Leggi di più...
dieta sirt come funziona

I segreti per stare bene e in forma: come funziona la dieta Sirt

Dieta Sirt: come funziona e dove trovare i prodotti giusti

Vivere in armonia e avere un rapporto sereno con il proprio corpo è fondamentale per star bene mentalmente e fisicamente e condurre una vita appagante.

Non sempre però, la nostra immagine riflessa nello specchio ci piace e soprattutto a una certa età, quando il corpo inevitabilmente cambia, è facile provare disagio o fare più fatica ad accettarsi.

Tuttavia, prendersi cura di sé e ritrovare la forma fisica, non significa necessariamente sottoporsi a delle privazioni che causano stress e malessere, ma può voler dire adottare uno stile di vita più salutare, a partire dall’alimentazione.

Ma in che modo è possibile? In questo articolo vogliamo parlarti di un regime alimentare sano ed efficace che ti aiuterà a sentirti meglio. Ecco cos’è la dieta Sirt e come funziona.

Dieta Sirt: come funziona questo regime alimentare?

Sicuramente avrai sentito parlare della dieta Sirt, ormai diventata famosissima anche grazie a testimonial di spicco.

Questo regime alimentare sta reinventando i classici paradigmi nutrizionali ed è stato elaborato da due nutrizionisti britannici, Aidan Goggins e Glen Matten, che nel loro libro “Dieta Sirt, la dieta del gene magro” hanno spiegato nel dettaglio i benefici di questa alimentazione che mira a ridurre il grasso corporeo con alimenti mirati, i cosiddetti Sirt food.

Il nome della dieta, infatti, deriva dal fatto che questo tipo di alimentazione punta ad attivare le proteine sirtuine, ovvero dei composti in grado di riprodurre gli effetti della restrizione calorica e dell’attività fisica,poiché possiedono una spiccata proprietà enzimatica.

Infatti, al contrario delle altre diete, quella Sirt non indica cosa evitare di mangiare, ma, piuttosto, quali cibi inserire nel proprio piano alimentare quotidiano.

Ma come funziona la dieta Sirt? Scopriamolo insieme.

Come tornare in forma con la dieta Sirt

Come già accennato, la dieta si basa sull’attivazione delle 7 proteine sirtuine, che hanno la capacità di regolare e stimolare il metabolismo, ma anche di innescare un meccanismo che simula il digiuno.

Infatti, la dieta Sirt funziona aiutando l'organismo a bruciare più  velocemente le calorie assunte, favorendo così un dimagrimento rapido, ma senza eccessive rinunce.

Oltre a eliminare il grasso in eccedenza, le proteine sirtuine consentono il mantenimento della massa muscolare e ne favoriscono l’incremento, grazie all’attivazione del DNA. Secondo alcuni studi, inoltre, svolgono anche un'importante funzione nel processo di invecchiamento cellulare, rallentandolo.

Le due fasi della dieta Sirt

La dieta Sirt predilige l’assunzione di cibi principalmente vegetali, che sono in grado di aumentare il numero delle proteine sirtuine nel nostro organismo, ed è divisa in due fasi:

  • Prima fase

Dura una settimana. Nei primi tre giorni l'apporto calorico giornaliero è al di sotto delle 1000 calorie e prevede il consumo di tre succhi verdi (al mattino, a metà mattina e a metà pomeriggio) e di mangiare un pasto solido. I succhi, infatti, rendono più assorbibili i principi attivi dei vegetali. 

Nei quattro giorni successivi, il regime passa a circa 1.500 calorie con l'aggiunta di un secondo pasto solido rappresentato da pasta di grano saraceno, pesce o petto di pollo, con un contorno vegetale. Tutti i giorni è consigliato un alimento Sirt funzionale, come ad esempio 15-20 g di cioccolato fondente all'85%.

  • Seconda fase

Dura due settimane ed è la cosiddetta fase di mantenimento. Si consumano tre pasti al giorno, un succo verde e due spuntini. Si possono aggiungere uova, yogurt, pollo, gamberoni, fagioli, patate, pasta, pizza e insalate, oltre a frutta e verdura. Due o tre volte a settimana, in aggiunta ai pasti, si può bere un bicchiere di vino rosso che contiene polifenoli, in grado di attivare le proteine sirtuine.

Ecco come seguire la dieta Sirt con Dr. Ritelì!

Ora che sai come funziona la dieta Sirt ti starai sicuramente chiedendo cosa mangiare e se seguirla è particolarmente complicato.

Per assicurarti l’assunzione di cibi Sirt, puoi avvalerti dei prodotti di Dr.Ritelì come il famoso succo Sirt, un concentrato dei vegetali più attivi, ovvero:

  • cavolo riccio
  • prezzemolo
  • sedano verde
  • mela verde
  • succo di limone
  • tè verde matcha
  • zenzero

Ma non solo! Sul nostro shop online puoi trovare una vasta gamma di prodotti Sirt che ti aiuteranno a seguire questo piano alimentare innovativo con gusto e anche molto facilmente: grazie a formule appositamente studiate, infatti, potrai assumere cibi Sirt anche in vacanza, senza interrompere la tua dieta!

Ad esempio, troverai il tris di proteine Sirt, ideali per la preparazione di pane, biscotti e frullati, ma anche integratori drenanti e frullati. Per iniziare ti consigliamo il pacchetto “Accetta la sfida cacao”, che comprende succo Sirt, le capsule Dimagrit, Proteinrit da sciogliere nel latte per una colazione proteica e Sirt shake, perfetto come sostituto del pasto.

Contattaci per maggiori informazioni e inizia anche tu il tuo percorso di benessere con noi!

Leggi di più...

Cioccolata e vino rosso: è questo il segreto delle star per rimanere in forma.

Come fanno le star a rimanere in forma?

Le star rimangono sempre in forma e ti chiedi come sia possibile? Siamo pronti a svelarti il loro segreto: si chiama dieta Sirt e ha fatto letteralmente impazzire il mondo dei VIP, con risultati sorprendenti.

Ha permesso a Pippa Middleton di arrivare alle nozze in una forma smagliante, al campione di vela Ben Ainslie di sfoggiare un fisico incredibile e al pugile Anthony Ogogo di risultare più asciutto che mai.

Secondo i rumors, sarebbe proprio la dieta Sirt il segreto che ha permesso ad Adele, la popstar più famosa al mondo, di ridurre il girovita, sorprendendo tutti quanti con una forma fisica fantastica. E noi siamo pronti a condividerlo con te.

 

Che cos’è la dieta Sirt?

Il principio della dieta Sirt si basa sulla potenza delle sirtuine, proteine enzimatiche che accelerano il metabolismo, aiutandoti a bruciare più massa grassa. Scegliendo alimenti ricchi di sirtuine (come il cavolo riccio, le noci, le cipolle rosse, e molto altro ancora), si avranno effetti estremamente benefici per mantenersi in forma.

Ha una durata di circa 3 settimane alla quale farà seguito un periodo di mantenimento, ed è consigliato, come in qualsiasi regime alimentare, abbinare un po’ di sano movimento.

Proprio per la potenza delle sirtuine, la dieta Sirt è nota anche come “la dieta del gene magro”.

 

Quali sono gli alimenti della dieta Sirt?

Il protocollo standard della dieta Sirt prevede tre settimane così suddivise:

 

  • Settimana 1: i primi 3 giorni si consumano succo Sirt e centrifughe di verdura e frutta, mantenendo il deficit calorico. Nei successivi 4 giorni si aggiungono pasti solidi a piacere, cercando di rimanere entro le 1500 calorie.
  • Le settimane 2 e 3 prevedono il mantenimento di un regime ipocalorico, con una maggiore varietà dei cibi da poter consumare.

Il bello della dieta Sirt, infatti, è la varietà degli alimenti da poter prendere in considerazione, per tenersi in forma senza rinunciare al piacere di un buon bicchiere di vino rosso o a un quadrato di cioccolata fondente.

È, tuttavia, indispensabile avere il supporto di una figura professionale ed evitare il fai-da-te.

Se anche tu vuoi scoprire tutti i benefici delle sirtuine, puoi richiedere una consulenza nutrizionale gratuita, compilando il form che trovi in questa pagina.

 

 

Leggi di più...